L’urlo barbarico

Titolo: L’urlo barbarico
Autore: Autori vari
Genere: Poesia
Editore: Le Mezzelane Casa Editrice (Link Acquisto)
Data di pubblicazione: 29 Agosto 2017 (e-book) – 20 settembre 2017 (cartaceo)

Dalla Prefazione di Francesco Muzzioli

La poesia è un vuoto, in questo caso esistenziale. Alla desertificazione dell’era postindustriale opponiamo un egotariato infantile e stirneriano, articolato nelle diverse individualità che si esauriscono e si esautorano nell’atto stesso, fenomenizzandosi.

Recensione

L’urlo barbarico, è un urlo che squarcia gola e petto, l’urlo di giovani che non sono annoiati, ma indignati, che si sentono abbandonati dalla società… un urlo scaturito dal percepire forte il vuoto dei giorni che corrono effimeri, l’urlo barbarico è il male di vivere di giovani che sentono le lame della fredda realtà conficcarsi nell’anima sensibile.

L’urlo barbarico è l’urlo che non tace, che si fa ascoltare, un urlo che odora di droga, di ricerca incessante, di morte, lo sfogo di chi non si abbandona alla monotonia del tempo inesorabile. In questa antologia c’è tutto il dramma di giovani che sopra-vivono.

Ascoltate l’urlo!

Moka