Riflessi nel Ghiaccio

 

fronte-riflessi-nel-ghiaccio

Titolo: Riflessi nel Ghiaccio
Autore: Camòrs
Genere: Romanzo psicologico e poetico
Editore: Arpeggio Libero (Link Acquisto)
Data di pubblicazione: Agosto 2016

 

Sinossi

Marta, psicologa trentacinquenne, a causa di un evento luttuoso che ha minato le sue certezze e le sue convinzioni, cerca affetto e conforto andando per un periodo dal padre che risiede sopra la frazione del comune di Macugnaga, Pecetto. Qui sulle pendici più austere del massiccio del Monte Rosa, spera di trovare quella tranquillità e quel calore umano che la possano riportare ad una condizione di normalità emotiva. Quando raggiunge la baita del padre scopre purtroppo, l’inaspettata assenza dell’uomo, cominciando così un periodo di attesa e di ricerca. L’unico legame tangibile rimasto è il ritrovamento del diario personale del genitore che inizia a leggere, scoprendo di lui aspetti inattesi e affinità non conosciute. Riscopre suo padre e rivive la montagna sotto una luce nuova.  Dal suo arrivo all’alpe, però, iniziano ad accadere intorno a lei eventi strani e inquietanti, al limite del soprannaturale. Incontri e situazioni particolari la accompagneranno fino all’arrivo di Sebastiano, suo padre, che la condurrà in una scalata su di una montagna pregna di rivelazioni.

 

Recensione

La penna di Camòrs è poetica e tagliente, riflette appieno la sua passione per la montagna: la morbidezza dei profumi che penetrano nelle narici attraverso il bosco, l’asprezza delle rocce che lui ama scalare. Anche se a certe salite non ci si abitua mai, ogni angolo, ogni spuntone è un sentirsi a casa, la certezza di un luogo a cui sentiamo di appartenere, un rifugio lontano dalla frenesia del vivere, una quotidianità semplice e potente a cui ci piace tornare, sempre uguale, ma nel contempo stesso anche diversa. La penna di Camòrs non si smentisce mai, sa comprendere e sorprendere, fa sobbalzare, è magica, è paurosa e scava la roccia come una sorgente.  Il suo romanzo tiene sulle spine fino all’ultima presa di coscienza, tra la ricerca di un pensiero che abbiamo tanto agognato e un altro che crediamo di aver compreso, proprio come quando si scala la nostra montagna del cuore. La montagna sorprende, con le nebbie e i temporali e non sempre si sa dove si andrà a poggiare il prossimo passo; ma questa è anche la vita. Riflessi nel Ghiaccio è guardarsi negli occhi e accettare le nostre piccole verità quotidiane.

Moka