Il Mostro – Versi di rabbia e d’amore

Titolo: Il Mostro – Versi di rabbia e d’amore
Autore:  Vincenzo De Marco
Genere: Poesia
Editore: Les Flaneurs (Link Acquisto)

Dalla prefazione

La fabbrica, le polveri, l’acciaio: squarci sul lavoro quotidiano all’Ilva, che si alternano a riflessioni sulla vita, a rasserenanti immagini di evasione. Il mondo rassicurante degli affetti, la Puglia e la sua bellezza incontaminata, vista da un operaio che, suo malgrado, contribuisce a inquinarla. Tutto questo anima le poesie di Vincenzo De Marco, poeta operaio e cantore di una contraddizione esistenziale tra lavoro e vita: due elementi normalmente in simbiosi, ma che nella Taranto dei veleni finiscono col trovarsi in una tragica dicotomia.

Recensione

Ho finito questo bel libro in un fiato, nel corridoio di un ospedale, in attesa. I versi di Vincenzo mi hanno tenuta sulle spine, versi voraci e graffianti che sono veri e propri pugni allo stomaco e la bocca si chiude inevitabilmente. E si prende parte alla dura lotta. Insieme. Un bel libro che mi sento di consigliare, un canto di poesia che alterna argomenti crudi all’Amore. La musica poetica e operaia di Vincenzo mi ricorda il buon J-Ax ai bei tempi.

Moka