Soci

Annalisa Caravante

Annalisa Caravante è nata a Napoli nel 1977 ed è diplomata in lingue. Ha molteplici interessi, come il disegno e la fotografia artistica, ma ama soprattutto scrivere. Lo fa sin da piccola, quando inventa brevi racconti da leggere alle sorelle e ai piccoli della sua famiglia. Collabora con il blog In Nomine Artis – Il rifugio degli artisti e ha fondato nel 2015 il gruppo facebook U.S.E. (UNIONE SCRITTORI EMERGENTI)

Ha diverse pubblicazioni all’attivo:  Il paese degli aghi di pino – CoreBook Editore (2011);  L’inverno e la primavera – CoreBook Editore  (2013);   Canta per me – Arpeggio Libero Editore (2014); Tersa – Arpeggio Libero Editore (2014);  Cattivi Pensieri – Lettere Animate Editore (2015); Profumo d’Ottobre. Un autunno di ricordi – Youcanprint (2016); Il Chrismon e gli angeli caduti – Youcanprint (2016); Profumo d’Ottobre. D’amore e di guerra – Youcanprint (2017); Il Chrismon. La rivolta – Youcanprint (2017); Sacro e profano – Youcanprint (2017); Profumo d’Ottobre. Le ultime foglie d’autunno – Youcanprint (2018).

 Simone Santi

Simone Santi, educatore e counselor, utilizza in ambito professionale e artistico il “narrar storie” inteso come umana esperienza. Studioso della cultura del sogno presso le civiltà e tradizioni antiche. Autore del libro di racconti “7 Storie per i tuoi Occhi” (Fantigrafica, Cremona – 2013).

Claudio Ardigò

Claudio Ardigò è da tempo collaboratore con librerie e associazioni culturali  nella presentazione di autori. È uno degli organizzatori della Fiera del Libro di Cremona. Collabora come editor per diverse case editrici. È stato giurato in numerosi e importanti premi letterari tra i quali Bancarella e Campiello. Sportivo con più di cento maratone corse; attualmente è il Presidente Provinciale del Centro Sportivo Italiano di Cremona. Impegnato nel sociale, proponendo e organizzando manifestazioni sportive, tra cui una gara di Triatlhon solo per disabili unica nel suo genere in Italia. Ricopre il ruolo Portavoce del Terzo Settore di Cremona. È considerato da molti un esperto dell’opera del poeta argentino Borges. Non si definisce un poeta ma da tempo scrive poesie. Nella IV Edizione del Concorso “Finestre sul mondo” è stato Presidente di Giuria.

Claudio Lepri

Claudio Lepri si occupa di comunicazione e fotografia.

Tra i progetti fotografici eseguiti i più coinvolgenti sono stati quello sul Ninfeo e gli Automi di Villa Litta di Lainate e il progetto sull’arte e le opere dello scultore Nicola Sebastio, finalizzato alla realizzazione della biografia dell’artista edita da Medusa nel 2014. Partecipa a collettivi fotografici per raccontare realtà e ambienti socio-culturali, perché ha sperimentato che un progetto fotografico a più voci, ben condotto, riesce a cogliere le differenti sfaccettature del tema.

Ha realizzato corsi di fotografia e organizzato mostre fotografiche. Ha partecipato a esposizioni collettive di fotografia, nella più recente (2016) la sua opera fotografica dedicata al ricordo della Shoah ha meritato il secondo premio. Nel 2015 ha vinto il premio “Paroliere fotografico” a Ferrara  ed è stato premiato in due edizioni (2015 e 2016) della Maratona Fotografica di Torino per i progetti presentati sull’architettura industriale e liberty. Appassionato di poesia, sue opere sono presenti in diverse antologie: la più recente è “Laboratorio di poesia” (2016, Edb Edizioni). Nel 2014 ha curato i testi poetici per il libro fotografico “Voci segnate Vite sospese” (editore La memoria del mondo). Nel 2017 è arrivato secondo al concorso “Prospettive differenti” dell’Associazione (sezione poesia e fotografia). Nell’edizione “Finestre sul mondo” è stato scelto come giurato.

Helena De Lisa

Helena De Lisa è nata a Milano nel 1986. Al momento vive tra Luino, Lesa (dove risiede tutta la sua numerosa famiglia) e Lugano, città in cui lavora.
Appassionata di letteratura russa, storia della moda e telefilm made in USA è impiegata nel settore moda.
Dal 2009 al 2014 circa scrive sul giornale locale “Lesa nel cuore”, dove dal 2010 tiene la rubrica “I racconti di Helena”, in seguito sostituita da “Le lettere di Mario”, che hanno dato vita alla raccolta
epistolare “La guerra di Mario”.
Helena adora leggere, scrivere, stare con gli amici, passeggiare con il suo cane Gedimino e viaggiare, non solo prendendo aerei ma anche con la fantasia – attività per la quale deve ringraziare il padre, Luciano, che sin da bambina è stato suo narratore di fiabe e storie a metà fra il quotidiano e inventato.