Moka (Monica Zanon)

Moka è perito meccanico, è dipendente dalla caffeina, scrive di notte. Di giorno lavora in una ditta aeronautica, gli elicotteri sono la sua seconda passione. Cresciuta sulla sponda piemontese del Lago Maggiore, adora il paesaggio lacustre, ma non sa nuotare; da adolescente si approccia alla poesia e trova in essa il suo modo di comunicare col mondo, per questo molti non la comprendono.

Nel 2009 pubblica “Verrà la Notte, avrà la tua Luce”; nel 2011 il secondo libro “Amanti di carta” scritto a quattro mani con WSKS, amico, poeta e attore; nel 2013 viene pubblicata la silloge poetica dal titolo “Nessuno è innocente” (inserita nel Catalogo Nazionale Svizzero) e nel 2015 è stato pubblicato il suo primo romanzo dal titolo “Tutte le parole del Mare”. Nel 2016 pubblica la silloge poetica “L’orso logorroico” e a seguire i romanzi, scritti a quattro mani con l’amica e collega Annalisa Caravante, “Il Chrismon e gli angeli caduti” e “Il Chrismon. La rivolta”. Nel 2017 pubblica le sillogi poetiche fotografiche “Difettosa” e “La Casa dell’Indigeno”.

Dal 2013 organizza reading poetici nella Giornata Mondiale della Poesia, in collaborazione con l’Unesco, insieme ai suoi amici poeti Camòrs e Fabio, con i quali ha fondato l’Associazione Licenza Poetica in Ticino, poi trasferita in Italia.

Moka pubblica, ogni mercoledì, una poesia sul Sito Moka Poetry