Collaboratori

Negli anni ci siamo affidati alle collaborazioni, alla bravura e al bagaglio degli Artisti incontrati lungo il nostro percorso; la fiducia e il nostro affidarci completamente ad ognuno di loro ci ha sempre ripagato con grandi emozioni e successi, per questo abbiamo deciso di dedicare uno spazio ad ognuno di loro.

Sonia Vannozzi

Sonia Vannozzi, è nata nel 1982, vive in Toscana, dove lavora come Graphic Designer.

Laureata con lode in Cinema Musica e Teatro alla Facoltà di Lettere e Filosofia è sempre stata divisa tra la passione per le immagini, che l’ha introdotta alla sua attuale professione, e quella per la lettura e la scrittura.

Oltre ad avere qualche racconto nel cassetto, ha partecipato due volte al Concorso nazionale di narrativa e poesia “Franco Bargagna” ottenendo una vittoria nel 2001 ed un quinto posto nel 2005. Inoltre, con Moka, ha scritto un romanzo inedito dal titolo “Lo Spazio buio dei segreti”.

Dal 2014 collabora con l’Associazione Licenza Poetica, per la quale ha creato il logo e alcune immagini per gli eventi della stessa.

Ha partecipato con la poesia dal titolo “Il cielo sopra di me” alla creazione della silloge collettiva “Quel profilo in lontananza” e allo spettacolo poetico fotografico omonimo.

 

Renata Sottini

Ha iniziato come attrice di teatro amatoriale nel 1979. Ha recitato in varie compagnie del Ticino interpretando vari ruoli in commedie brillanti di autori francesi ed inglesi ottenendo ottimi consensi di critica e di pubblico. Ha interpretato film e pubblicità, ha animato serate ed eventi di beneficenza e ha fatto la comparsa in alcune Opere allestite al Castel Grande di Bellinzona. Proprio al Teatro Alba di Bellinzona ha iniziato la sua attività come regista. Ha poi diretto la compagnia dei giovani dell’Università di Lugano – “I Figli di Faust” – nel lavoro “Nodo alla Gola” tratto dall’omonimo film di A. Hitchcock e liberamente adattato da Paola Fanetti. Ha partecipato a diversi corsi di recitazione e di regia in Ticino ed in Italia. Fondatrice, assieme a Stefano Barcella e ad Angelo Ghin, del gruppo “La Bottega del Teatro” nel 2002. Con La Bottega del Teatro ha allestito come regista “ L’Hotel dei due Mondi” di E.E. Schmitt” . Ha collaborato come lettrice di radiodrammi con la Casa del Teatro di Bellinzona e partecipato a serate di letture di poesie, brani di prosa in Ticino e in Italia e dal 2014 al 2015 ha collaborato con l’Associazione.

Stefano Barcella

Attore Freelance.  Si è formato alla Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi di Milano con Massimo Navone. Ha seguito corsi di interpretazione, mimica e gestualità, corsi voce per doppiaggio e pubblicità. Ha recitato negli spettacoli “I Filodrammatici” (1981-1986), “La ribalta” (1986-1991), “Cittadella 2000” (1992-1994), “Teatro Alba” (1994-2000). È stato aiuto regista in “I Figli di Faust” (2001-2002) ed è cofondatore della “Bottega del Teatro”. Ha fatto pubblicità, commenti a documentari. Ha avuto ruoli nelle produzioni
TSI come: L’avvocato; Linea di Confine; Affari di famiglia; Tawanna Ray; Cuore di Ghiaccio; Anime in Corsa; Oro Verde di Mohammed Soudani. Voce per vari radiodrammi dal vivo (regia di Antoinette Werner) e nella Soap opera “VIVERE” di Mediaset.
Nel 2009 ha interpretato il personaggio di “Frollo” nello spettacolo ginnico culturale artistico dell’adattamento di “Notre Dame de Paris” allestito dalla Società Federale Ginnastica di Biasca.
Per diverse stagioni ha collaborato con la Casa del Teatro di Antoinette Werner seguendo un gruppo di ragazzi denominati “Teen Actors” nell’allestimento di vari lavori teatrali ed é stato lettore di radiodrammi.
Ha partecipato a serate di letture di poesie e brani di prosa sia in Ticino che in Italia e dal 2014 al 2015 ha collaborato con l’Associazione.

Iris Moné

 

Iris Moné è  una cantante e cantautrice svizzera di origine italiana. Intraprende i suoi primi studi musicali all’età di 5 anni, con le lezioni di piano nella sua nativa Trieste, imparando a leggere lo spartito prima ancora delle lettere dell’alfabeto. A 7 anni, la sua famiglia segue il padre che, per ragioni professionali, si sposta a Locarno, in Svizzera. Nella sua nuova Patria, di cui assumerà ben presto la nazionalità, frequenta i corsi della Federazione Bandistica Ticinese e impara a suonare il flauto traverso, strumento con il quale, nel 1992, entrerà a far parte dell’Orchestra di Fiati della Svizzera Italiana.

Dopo la maturità letteraria, Iris Moné si trasferisce a Zurigo, dove frequenta il Politecnico Federale, laureandosi in Scienze motorie per l’Educazione fisica. In parallelo alla sua attività di compositrice e di performer, Iris si dedica quindi all’insegnamento, cercando di coniugare danza, movimento e canto e conducendo diverse sperimentazioni nell’ambito dell’improvvisazione teatrale, del T’ai Chi e della psicofonia. Nel 2014 ottiene il Certificate of Advanced Studies in didattica dell’insegnamento per voce e musica.

Iris Moné si contraddistingue per la sua componente cosmopolita e poliglotta: parla correntemente e ha registrato brani in italiano, inglese, francese, tedesco e sloveno. Nel 2013 è arrivata terza a The Voice of Switzerland. Ha collaborato con l’Associazione nel 2014. Dal 2015 vive a San Diego, California, negli Stati Uniti d’America.

Marck Bellini

Marck, chitarrista e voce del gruppo musicale folk “I Re della Cantina”, Amico di vecchia data dell’Associazione con cui ha collaborato dal 2014 al 2016 portando un grande valore aggiunto al gruppo con la sua passione e l’entusiasmo. Ora si dedica al lavoro di papà.

Liliana Lanzarotti

Violinista del gruppo musicale folk “I Re della Cantina” ha collaborato con l’Associazione dal 2014 al 2016. Delicata e autentica come lo strumento che suona.

Stefano Impallomeni

Stefano Impallomeni (nella scrittura WSKS) è nato a Genova. Ex marinaio, ha lavorato come Direttore di Crociera, è stato direttore artistico di radio libere, ha collaborato con riviste nautiche, di ingegneria navale e riviste d’arte. È stato capo ufficio Stampa Specializzata.

Dal 2009 al 2010 è stato relatore e lettore dell’amica Moka, con cui, nel 2011, ha pubblicato “Amanti di carta”.

Dal 2011 vive a Milazzo dove si dedica completamente ad una delle sue grandi passioni: il teatro. Ha recitato in varie Opere, con ruoli particolari e di rilievo: “Il Canto del Cigno”, “La Violenza” di Giuseppe Fava, “Miseria e Nobiltà”, “Il Gladiatore”, “Il Signor Destino”, “Prestami tua moglie”, e “I Promessi Sposi”.

Nel 2013 è stato lettore nella commemorazione della Battaglia di Giuseppe Garibaldi e ha recitato in vari reading di Poesie, tra cui uno al Castello di Milazzo (autori di tutto il mondo) e uno presso il Teatro Trifiletti di Milazzo. Nel 2014 è stato autore e attore dell’opera “Il Sogno Shakespeariano”. Lavoro che porterà, nel 2017, in molte scuole della Sicilia.

Dal 2015 collabora con l’Associazione Licenza Poetica.

Bruna Vero

Bruna Vero, attrice

Bruna Vero, docente e attrice, donna carismatica e volto noto del VCO, finalista di Italia’s Got Talent nel 2014. Ha collaborato con noi nel 2015 (alla seconda edizione del concorso “Quel profilo in lontananza”) e nel 2013 quando tre amici, i fondatori dell’Associazione, si incontrarono per il primo reading nella Giornata Mondiale della Poesia.

Stefano Airaghi

Stefano Airaghi nasce a Trecate nel 1982. Dopo aver conseguito il diploma di perito aeronautico e dopo qualche esperienza lavorativa con alcuni operatori turistici, sempre ovviamente con la macchina fotografica, che è diventato ormai strumento inseparabile, si dedica in modo consistente alla sua vocazione: la fotografia, partecipando anche a master formativi a Milano, conseguendo l’attestato di fotografo e grafico pubblicitario. Collabora  con la sezione fotografica di un avviato studio  di architettura nel cuore di Novara.

Tiene corsi di fotografia nelle scuole elementari di Trecate e ha svolto docenza al Convitto Nazionale Carlo Albero di Novara. Cittadino del mondo, collabora col GAI (Giovani Artisti Italiani), organismo al quale aderisce, con la fondazione Benthekhaan, un ente ebraico, la cui sede si trova in Polonia, realizzando con la collaborazione di tre fotografi torinesi, un reportage sulla ricerca delle tracce ebraiche dopo la notte dei cristalli del 1939.

Stefano Airaghi è stato ad Haiti ospite di “Hayti Now Corp ong”, un’organizzazione umanitaria, documentando la povertà del territorio centro-americano con un album di fotografie e promuovendo tante iniziative a favore dei bambini poveri di Haiti.

Collabora con l’Associazione Licenza Poetica dal 2015.

Compagnia Teatrale La Marmotta

La “marmotta” in gergo ferroviario è un segnale basso di manovra, ma anche il nome di un gruppo di ferrovieri che nel 1986 iniziò a parlare di Teatro, condividendo la passione per la prosa negli scantinati della stazione ferroviaria di Busto Arsizio. Per scommessa e un po’ per scherzo la Compagnia ha continuato quest’avventura come Associazione del Comune di Fagnano Olona, con una sempre crescente e contagiosa passione.

Attualmente il gruppo è formato da quaranta persone fra cui studenti, impiegati, insegnanti, liberi professionisti e pensionati.

Per i soci è un diverso modo di vivere la solidarietà e il volontariato, utilizzando il tempo libero e la disponibilità di ognuno per donare qualche ora di sano divertimento. La maggior parte degli spettacoli, infatti, è stata proposta in rassegne teatrali ed eventi i cui incassi sono stati devoluti in beneficenza.

Perché sorridere rende più leggera la vita di tutti i giorni.

La Compagnia Teatrale collabora con l’Associazione, per la creazione dell’evento di Premiazione del Concorso Poetico Fotografico, dal 2017.

Matteo Cotugno

Matteo Cotugno, modenese di origini pugliesi, nel 2010 pubblica il suo primo libro di poesia “PoesiAnima” che diventa selezione del premio poesia Alessandro Tassoni di Modena, lo stesso anno espone per il mese di settembre al Palazzo dei Musei di Modena la sua silloge poetica a tema museale “Silloge per il museo”.
Nel 2011 espone al Maschio Angioino di Napoli le sue poesie a tema spirituale nella personale pittorica di Aurora Cubiciotti “La passione di Maddalena” (medaglia di rappresentanza dal Presidente della Repubblica).

Dal 2012 cura diverse antologie di poesia diffondendole gratuitamente in formato ebook: Un cielo di poesia (tema libero), Alda nel cuore (dedicato ad Alda Merini), Goccia a goccia (tema sociale) e InfinitAmore… diventate appuntamenti annuali per centinaia di poeti e neopoeti e per migliaia di lettori.

Finalista al Premio Poesia Tassoni nel 2013 e nel 2014.

Nel 2014 pubblica il secondo libro di poesia “InVersi” edito da Youcanprint e riceve al Maschio Angioino di Napoli un premio (Alfonso Gatto) alla carriera letteraria per meriti artistici nella divulgazione della poesia con le antologie in formato ebook.
Nel 2016 si classifica al secondo posto nel concorso internazionale di poesia e fotografia “Quel profilo in lontananza” dell’Associazione Licenza Poetica.

Nel 2017 finalista Premio Poié di Gallipoli e targa di merito artistico per il contributo alla poesia nell’evento “Centomila Poeti per il cambiamento” Monterosi. Qui potete visionare il suo sito di poesia.

Simone Sonetti

Simone Sonetti nasce a Pontedera (PI) nel 1970 e risiede a Vicopisano (PI).
Inizia a fotografare negli anni novanta, preferendo la diapositiva.
Nel 2010 inizia a partecipare ai concorsi fotografici confezionando molteplici premi, uno di questi “foto dell’anno 2011”.
Dal 2016 fa parte del circolo fotografico CI.F.A.L di Lavaiano (PI) del quale è vicepresidente.
La FIAF ( Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) nel 2017 consegna a Simone Sonetti in riconoscimento dei meriti artistici ed espressivi, l’onorificenza AFI (Artista Fotografo Italiano).