Archivi categoria: Poesia

Intervista all’Autore Vinicio Salvatore Di Crescenzo e presentazione della silloge “Assoli”

VINICIO SALVATORE DI CRESCENZO-SCRITTORE POETA

VINICIO SALVATORE DI CRESCENZOSCRITTORE E POETA-PARLERA' DELLA SUA NUOVA RACCOLTA DI POESIEFacebook: @viniciosdicrescenzo.officialpage-@assolivsdicrescenzo-@lemezzelaneSito Web: www.lemezzelane.altervista.org

Posted by byNight Roma "live social radio show" on Dienstag, 16. Januar 2018

La natura, i sentimenti e le profonde riflessioni viaggiano parallele lungo il corso della vita, allacciate da vincoli di sopravvivenza e da un tempo che abilmente li collega intrecciandoli tra loro come fossero elementi di un’orchestra dall’unica anima. Un’orchestra che crea la giusta melodia per ogni intima espressione. Un’orchestra che accompagna ogni istante della vita e dal quale, molto spesso, nasce l’esigenza di emergere a costituire un momento in cui ci si ritrova con se stessi. Nasce allora un assolo. Un assolo che vuole impreziosire ed arricchire con le sue raffinate note, la composizione che gli elementi naturali hanno già inventato con sagacia e dedizione. Un assolo che sappia esaltare quella melodia che esonda dalle righe dell’anima e che esuberante, racconta la propria intima poesia.

Assoli è la prima silloge pubblicata con la Casa Editrice Le Mezzelane.

La Montagna Raccontata

Il CAI organizza la II Edizione de “La Montagna Raccontata” presso la sede di Castellanza (VA), per gli appassionati di poesia e non lo so, consigliamo di non perdervi il reading poetico del 15.11.2017 di alcune opere tratte dall’ultima “fatica” letteraria di Camòrs “”Il Rosa” nell’anima”, nostro socio co-fondatore, alpinista e scrittore.

La cosa più abbondante sulla terra è il paesaggio”. Con questa citazione dall’incipit del libro “Una terra chiamata Alentejo”, del Premio Nobel per la letteratura Josè Saramago  vorrei introdurre questa serata dedicata ad un profilo che da sempre caratterizza il paesaggio appunto, della nostra terra: Il Monte Rosa. L’idea ha radici lontane e nasce da una mostra fotografica, di Mauro Del Romano, dal titolo “#36 vedute del Monte Rosa”, in omaggio al maestro giapponese Katsushika Hokusai ed ad alla sua opera 36 vedute del Monte Fuji.

Hokusai dipinse il profilo del Fuji, per onorare una montagna sacra nella cultura del Giappone, ma anche per materializzare l’affetto verso quel profilo che caratterizzò il panorama della sua vita.

Così, tra il Dicembre 2016  e Gennaio 2017 , la mostra “#36 vedute del Monte Rosa” ha materializzato l’attenzione, l’affetto e la bellezza che i cittadini della provincia varesina individuano e assaporano in quella montagna nell’orizzonte di Nord-Ovest.

Dalla comune passione per la montagna, e il Monte Rosa in particolare, è scaturita l’idea di  una evoluzione e collaborazione come tributo emozionale al Monte Rosa visto da lontano e al profondo legame che si genera nei riguardi della sua figura, caposaldo nel panorama della terra d’Insubria. Un connubio che unisca le meravigliose immagini catturate da Mauro con le poesie Stefano Camòrs Guarda, cercando di creare un motivo d’ispirazione che porti all’affioramento degli aromi della bellezza estetica del monte e che materializzi, al contempo, il gusto del pensiero recondito che tale immagine genera nella mente e nell’animo umano.

Il progetto nasce come reading poetico, didascalico della proiezione fotografica, accompagnata da sottofondo musicale che prende il nome di: Il “Rosa” nell’anima.

L’evento è costruito sulla base di 20 foto e 20 poesie, suddivise nelle quattro stagioni dell’anno. Annualità, che oltre a catturare le più vibranti sfumature di luce riflessa dalla montagna, richiama un’analisi più intimista di altre prospettive, utilizzandola come metafora della vita umana.

Un viaggio nel tempo e nello spazio, che parte dal lontano Giappone del secondo ‘700 per giungere al Varesotto del terzo millennio, consapevoli che se anche cambiano gli orizzonti tecnologici, la riscoperta di ataviche emozioni diviene semplicemente umana  sopravvivenza.

Selezione per Antologia “Acqua dolce, acqua salata”

La chiusura del bando per l’invio delle opere è stata prorogata al 30 novembre.

L’acqua è un elemento vitale sia per l’esistenza sia come grande fonte di ispirazione per l’arte. Dunque abbiamo deciso di creare un bando di selezione per poesie con il tema “ACQUA DOLCE, ACQUA SALATA”, in collaborazione con l’Associazione MarEtna e la Casa Editrice Segni e Parole, con la partecipazione del Cenacolo della Poesia “Adelaide Cavallini”.

Potete scaricare il bando Qui.

Il mio ritorno di Marinella Giuni

C’è una sola luce

che accende

la mia sera.

La tua finestra

quando illumina

la casa buia.

Dimmi che anche tu

hai amato

il mio ritorno.

 

Marinella Giuni

Terza classificata al Concorso “Prospettive differenti”

Sezione A – Poesia e fotografia

Fotografia dal titolo “Il mio ritorno” di Francesca Tornari

 

 Biografia

Vive a Voghera, da sempre. E’ un’accanita lettrice di romanzi gialli e poesie. Scrive da quando è adolescente. Ha studiato psicologia all’Università di Torino. E’ appassionata di calcio e tennis. E’ dipendente del Ministero della Giustizia e lavora presso il Tribunale di Pavia.

 

Racchiudo la realtà in angoli retti di Claudio Lepri

Racchiudo la realtà in angoli retti per esaminarla senza timore:

linee diritte per una prigione i­n cui essere al sicuro.

Ma tu mi vuoi vivo: non semplice corpo animale

nell’ombra bruciante.

 

Mi leghi ad una trama di parole

sinuose, fragili ali per accogliere la realtà.

Leggerezza suggerisci, io invece infittisco

la trama d’ali per raggiungerti, e allora cado

 

di nuovo pesante, nel quadrato divenuto gabbia.

Deluso ti cerco, come amante infedele ti cerco:

il nome s’infrange sui vetri: ti vedrò ancora spalancare parole

vissute prima di me e non ancora nate?

 

Claudio Lepri 

Secondo classificato al Concorso “Prospettive differenti”

Sezione A – Poesia e fotografia

Biografia

Claudio Lepri si occupa di comunicazione e fotografia. Partecipa a collettivi fotografici. Ha realizzato corsi di fotografia e organizzato mostre fotografiche. Nel 2015 ha vinto il premio “Paroliere fotografico” a Ferrara ed è stato premiato in due edizioni (2015 e 2016) della Maratona Fotografica di Torino. Appassionato di poesia, ha partecipato a diverse antologie

Prospettive differenti di Valentina Imperiu

 

Sfioro gli ultimi resti del tuo delirio.

Sottane di terra franano sull’ultima voglia.

Sei pioggia di marmo sugli occhi nudi.

Scheggia che sanguina.

 

Ricordi tannici

mi osservano ai margini della disperazione.

Un altro bicchiere di nostalgia in gola.

Un’altra dose di spine…

 

Il treno ha deragliato sulle rotaie interrotte del tuo cielo.

Le asole si riempiono di nuovi bottoni.

Il vizio della tua bocca cammina sulla lingua dei suoi passi.

 

Cinque litri d’inferno nelle vene.

Trentasei angoli di cella da scordare.

 

Prospettive differenti.

Sono Bacco.

Sogghigno ebbro dal calvario d’edera e pampini che m’ingoiano.

E tu, vita mia, non sai morire…

 

Valentina Imperiu 

Prima classificata al Concorso “Prospettive differenti”

Sezione A – Poesia e fotografia

Fotografia dal titolo “Riflessioni alcoliche” di Maurizio Ingrosso

 

Biografia

Vive a Cagliari. Di recente ha estratto dal cassetto le sue vecchie poesie e il coraggio di proporle al mondo. È stata inserita nel blog Voci di Poesia; ha partecipato a varie antologie collettive. Ha pubblicato la sua prima silloge di poesie “Pensieri Sconnessi” che è stata tradotta in inglese “Disconnected Thoughts”.

Classifica VINCITORI – Prospettive differenti

Grazie alla Compagnia Teatrale “La Marmotta” che ci ha regalato una magnifica interpretazione del tema “Prospettive differenti” creando uno spettacolo ad hoc per svelare i nomi dei vincitori delle due sezione del Concorso.

Ringraziamo, inoltre, i 150 partecipanti al Concorso che ci hanno inviato le loro opere da tutta Italia, dalla Svizzera, dalla Francia e dalla Grecia.

SEZIONE A – POESIA E FOTOGRAFIA

VINCITORI

Primo posto: VALENTINA IMPERIU con la poesia PROSPETTIVE DIFFERENTI accompagnata dalla fotografia RIFLESSIONI ALCOLICHE di MAURIZIO INGROSSO – Cagliari

Secondo posto: CLAUDIO LEPRI con la poesia e la fotografia RACCHIUDO LA REALTA’ IN ANGOLI RETTI – Bareggio (MI)

Terzo posto: MARINELLA GIUNI con la poesia IL MIO RITORNO accompagnata dalla fotografia omonima di FRANCESCA TORNARI – Voghera (PV)

FINALISTI

LINA GABRIELLA con le opere ARCOBALENI

ASSUNTA SPEDICATO con le opere L’ISOLA SENZA MARE

SERENA ARTUSO con le opere SPECCHI

ALESSANDRA LEONARDI con le opere ANGELO BAROCCO

FRANCESCO CAPACCIONI con le opere PER UN PADRE

AGOSTINO BARLETTA con le opere FOTO-LEGENDA

ROSARIA LO BONO con la poesia SULLA PANCHINA DEL TEMPO accompagnata dalla fotografia omonima di BELLOMO SEBASTIANO

VINCENZO MIRRA con le opere NUVOLA

MARIA FRANCESCA GIOVELLI con le opere LA SEDIA VUOTA

GIANPIERA SIRONI con le opere A UN PASSO DAL CIELO

ROSANNA RUFFO con le opere SGUARDO NELL’INFINITO

CRISTINA PANU con le opere PERSA

FRANCESCO ROSSI (IGOR ISSORF) con la poesia LUCE accompagnata dalla fotografia omonima di IOANNU VASILIKI

STEFANIA ONIDI con le opere INVERNO

NICOLO’ BIZZINI con la poesia ERO FATTO DI VETRO accompagnata dalla fotografia CENERE ALLA CENERE di ANGELA COLAPINTO

ALDO PALMAS con le opere IL SUSSURRIO DEI SOGNI

FRANCESCO ISIDORO STASSI con le opere RECITANDO ME STESSA

 

SEZIONE B – RACCONTO BREVE (MAX 1800 BATTUTE) E FOTOGRAFIA

VINCITORI

Primo posto: ELISA CROSTA con il racconto e la fotografia LABIRINTI – Genova

Secondo posto: CRISTINA ALLACCIATI con il racconto e la fotografia BOCCIOLI – Caronno P. (VA)

Terzo posto: GABRIELE PECCATI con il racconto e la fotografia PERLE DI SAGGEZZA – Lodi

FINALISTI

WALTER WHITE con il racconto UN’IMMAGINA BLOCCATA, UN’ALTRA ELIMINATA accompagnato dalla fotografia TRANQUILLITA’ APPARENTE di RAMONA IBBA

CLAUDIA MANCINI con le opere IN ATTESA DEL VENTO

Semi d’inchiostro, fiorir di poesia

Incontro tra poesia e natura, nel Parco Calipolis lungo il fiume Olona, in compagnia della nostra Associazione Licenza Poetica e della Contrada dei Calimali ( Sito ).
Venite a cogliere la Poesia sugli alberi, a dar vita alle parole con letture ad alta voce, a scoprire i nostri libri e le immagini dei nostri artisti, i gadgets che abbiamo preparato per voi!

Vi aspettiamo numerosi!!!

locandina_semi_inchiostro2016

Isola dei cipressi

Il cielo ha fatto un tuffo nel lago,

Le nuvole affiorano

Dalle tranquille acque

E come soffici onde

Se ne vanno

Verso la riva.

Quel lembo di terra

In lontananza

Dice il confine

Tra il reale e il sogno.

Isola dei cipressi

Dolce rifugio,

Angolo di quiete

Che scopro,

Che vivo,

E che amo.

GianPiera Sironi

Terza classificata alla Seconda Edizione del Concorso Poetico Fotografico (anno 2015/16) “Quel profilo in lontananza”