SEGNALAZIONE USCITA – Le poesie sono alberi

 

Titolo: Le poesie sono alberi
Autore: Giusy Del Vento
Genere: Poesia
Editore: Les Flàneurs (Link Acquisto)
Data di pubblicazione: Giugno 2018

Biografia Autore

Giusy Del Vento è autrice di prosa e poesia. E’ presente in diverse antologie di entrambi i generi letterari. Gestisce la sua pagina Autore su Facebook. Alcune sue interviste si trovano in rete, in blog e piattaforme culturali italiane ed europee. Ha pubblicato un romanzo di narrativa per ragazzi: “Filippo, Canosa e la Principessa”, con la Aletti di Roma e quattro sillogi poetiche: “Come gocce d’acqua” la prima, con poesie anche in dialetto canosino; seguita da “Il canto delle cicale” e, in collaborazione con il poeta venezuelano Giovanni Battista Petrella di Maracaibo, la terza raccolta “Al canto della musa, despierta il poeta” in spagnolo e italiano; “Nòstos” (Il ritorno) ha come tema centrale il desiderio e le emozioni dei ritorni, dove o da chi, il lettore è libero di immaginare. Suoi racconti sono stati usati in Patagonia Argentina, come materiale didattico per insegnare Italiano in una scuola. Alcune sue poesie sono state tradotte in francese, tedesco, inglese, spagnolo, macedone, greco, esperanto e polacco. Attualmente è alla sua ultima silloge poetica, “Le poesie sono alberi” edita da Les Flàneurs, giovane e dinamica casa editrice di Bari. Lettrice accanita, appassionata di storia archeologia e arte.  Fra tutti i riconoscimenti possibili, i pensieri e i giudizi dei lettori sono quelli che le stanno più a cuore.

Dalla prefazione

Cari lettori, con questa prefazione so che posso condizionare il vostro giudizio personale ma voglio essere trasparente, anche al costo di essere molto netto. Quando ho deciso di selezionare questa raccolta per il progetto dell’editore Rega, fra i tanti manoscritti ricevuti in redazione, non posso non ammettere qui, pubblicamente, che me ne sono innamorato. Ritengo che per onestà intellettuale questa cosa vi andava detta subito.

E questo perché la visione della poetessa Giusy Del Vento mi ha fortemente rapito, è candida ed illuminata, e con questi connotati fa parlare il bello, la semplicità dell’universo che appare nelle piccole cose, descrivendo in modo particolare, di quanto siano ricchi gli uomini pur non sapendolo.

Oggi voglio essere felice
Compro una anguria e
la metto al fresco, solo
per guardarti mangiare
mentre ridi
I denti bianchi
contro il rosso della fetta
e questo mi basta

Una scrittura essenziale, asciutta, nonostante ben si intraveda tutta la profondità. Posso dirvi che è come quel mare fresco, estivo, quando lo scorgi dall’alto di uno scoglio e per la limpidezza puoi andarne a fondo. Così scrive Giusy, con questa semplicità naturale, e con densità, colori e profumi, in poche parole dando voce profonda ed attenta alla bellezza del cosmo e dell’anima mundi. Il motto incarnato in questi versi è costante: La bellezza salverà il mondo e la poesia ne è la voce.

Carlo Picca, curatore della collana Poesia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *